In a man’s world, I am a woman by birth!

“Ancora dalla parte delle bambine”, Loredana Lipperini, Feltrinelli. C’erano una volta delle principesse rosa che, prima di diventare tali, aspettavano un riscatto segregate in un quotidiano non particolarmente sfavillante. Il deus ex machina del riscatto era sempre un manierato principe azzurro, dotato niente meno che del potere di risvegliare principesse dal sonno eterno. Oggi forse…

Two can keep a secret if one of them is dead

“I cani di Babele”, Carolyn Parkhurst, Fazi. Reduce dal mio adorato “Skippy muore” è stato difficile ingranare una nuova lettura, ma ce l’ho fatta! I cani sono quanto di più vicino al mio cuore in questo momento, non voglio con questo dire che sono una di quelle misantrope che ama gli animali in maniera sviscerata…

Ogni adolescenza coincide con la guerra…all’afrore!

“Skippy muore”, Paul Murray, ISBN, 2010. Skippy MUORE (voce del verbo morire, tempo presente); Skippy E’ MORTO (voce del verbo morire tempo passato prossimo)…il libro è finito e non te ne sei neanche accorto. Sono 800 e passa pagine alla fine delle quali si arriva in uno spazio così breve che si riesce appena a…

Il cielo è proprio dei violenti

“Il cielo è dei violenti”, Flannery O’Connor, Einaudi. Finito con estrema fatica per il fastidio che mi provocavano storia e personaggi, a mandarmi avanti solo la preziosa scrittura di questa donna. Eppure lei era un sacco simpatica, un piccolo genio in gonnella quando il genio era concesso per lo più a maschi alfa della specie,…

L’ottimismo dei disperati

“Dimmi che mi ami Junie Moon”, Marjorie Kellog, Club degli Editori. Quando ero piccola, il dio delle reti televisive stava testando le paytv e per farlo mandava un palinsesto sempre uguale a se stesso di film vecchi e non famosissimi, fu così che vidi tanti bei film…e avevo visto a ripetizione il film “Dimmi che…

Come far perdere la testa al proprio marito

“Pazzi in Albama”, Mark Childress, Piemme. Una parodia dolce-amara di Alice nel paese delle meraviglie; c’è una regina della casa che fa saltare la testa al marito perchè lui frustra i suoi sogni e la sua vita, poi si infila questa testolina di ***** in un Tupperware e se la porta appresso per le strade…

Ci sono famiglie Winshaw autoctone che andrebbero azzoppate

“La famiglia Winshaw”, Jonathan Coe, Feltrinelli. La famiglia Winshaw è un consesso di esseri spregevoli, una dinastia che sale sale nelle maglie del potere inglese, c’è il commerciante d’armi, lo gnucco disentindetidore d’arte che tuttavia commercia in arte, la giornalista che poco sa scrivere e che tuttavia con i suoi equivoci articoli influenza l’opinione pubblica,…

Il bene e il male esistono, attenuati da sfumature di grigio

“L’angelo del silenzio”, James Ellroy, Mondadori. Martin Plunkett è un bambino solitario, a suo modo direi quasi autistico, si legge con passione i fumetti di Cougar Man, ma non è un banalotto qualsiasi e non si identifica nel protagonista bello, buono e mascherato figo, ma nel suo antagonista che diventa poi il suo alter ego,…

Elegantemente ricci alla Dupont

“Io sono Charlotte Simmons”,  Tom Wolfe, Mondadori. Charlotte Simmons morigerata liceale del North Carolina, grazie alla sua brillante carriera scolastica si guadagna un passaporto per la Dupont University, uno dei college più in lustro degli Stati Uniti. In North Carolina nessuno se la filava perchè era la secchiona snob che leggeva l’opera integrale di Darwin,…

Indovina l’assassino con Poirot

“Poirot a Styles Court”, Agatha Christie, Mondadori. Il primo libro che ha scritto Agathe Christie, grande lettrice di libri polizieschi coglie la sfida che le lancia la sorella: “perchè non provi a scrivere un libro”, e partorisce questo ingegnoso libricino che gli editori non si filano poi tanto, per un bel po’ di tempo. E’…

Three is a magic number

“Tre volte giugno”, Giulia Glass, Nutrimenti. Tre personaggi: Paul, Fenno e Fern. Tre vite separate, che in qualche modo si incrociano, la vita è così, complicata da altre vite. Dovunque vadano si portano dietro la loro vecchia vita di sempre, non esiste nessun luogo così perfetto da strappargliela via. Tre estati di tre anni diversi…