Per non credere alle favole di CSI

“Morti senza nome”, Cristina Catteno, Mondadori.

Finalmente un libro che smitizza la favola di csi, ris e compagnia bella, alcune storie di persone morte in circostanze sconosciute dei quali si cerca di ricostruire la storia per potergli finalmente dare un nome e la dignità perduta. Mi piace come scrive la Cattaneo, la sua scittura è semplice, come in fondo è lei stessa, non usa paroloni o tecnicismi per parlare del suo lavoro, ma lo fa con la semplicità come se lo stesse spiegando a un bambino. non fa solo anatomia di corpi come ora va tanto di moda fare nei thriller, lei che fa anatomia nella realtà, nel libro parla molto poco di sezionamenti di cadaveri, ma fa anatomia dei sentimenti. Dei sentimenti suoi e dei colleghi innanzi ad alcune morti, dei sentimenti dei famigliari delle vittime.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...