Storie di un tempo antico che sa di casa mia

“La chimera”, Sebastiano Vassalli, Einaudi.

Questo è un romanzo sul nulla. Il nulla lasciato da un villaggio che non c’è più, Zardino, sotto il grande macigno bianco, il Monte Rosa. “Il nulla che si vede” d’inverno in questa pianura, quando scompaiono le montagne, il cielo e la pianura diventano un tutto indistinto.
In questo paesaggio è stata sepolta la storia di Antonia.
Sono particolarmente affezionata a questo libro, è stato come leggere le storie che prima avevo solo sentito per bocca della mia bisnonna, le streghe nella provincia di novara erano tante anche quando Zardino non c’era già più era già stato spazzato via dalle cartine.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...