Un libro illunante

“Il diario intimo di Sally Mara”, Raymond Quenau, Feltrinelli.

Mentre la luna notturna si dondolava lunarmente immobile sotto la volta dei cieli illunati, rischiarando di un pallore lunare il vascello dove il suo insegnante si abbandonava al suo avvenire Sally Mara prende le risoluzioni fondamentali che la porteranno a scrivere metodicamente il suo diario intimo.
Sally 18 anni vergine perchè non ha mai subito manipolazioni, d’altronde i terreni vergini sono quelli non manipolati o no!?!, ci porta nella sua diarintimità che fa scompisciare dal ridere.
Un’ educazione sentimenatale favolosa. Sally candidamente maliziosa, si fa domande sul sesso e cerca risposte nella art gallery studiando le statue delle divinità a cui il custode mette mutande anche se gli dei normalmente gironzolano smutandati, le lecca anche queste statue in un delirio mistico che teme possa dargli le fallucinazioni.
Fortuna che lei, la cara Sally, è un innocente e come le ha insegnato il suo demiurgo Monsieur Presle, agli innocenti si riempiono le mani, quindi tutto quel che si affanna a capire le casca letteralmente tra le mani.
Una meravigliosa prova narrativa di surrealismo, Queneau fa il verso ai romanzoni di formazione della fanciulla, fa il verso a una società con il costante pallino del sesso, fa il verso alle pose intelletualoidi, senza volgarità.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...