Uova fresche al puzzo di culo di gallina

“La pecora nera”, Ascanio Celestini, Einaudi.

“Io sono morto quest’anno. Tutti volevano morire quest’anno.
Chi ha vissuto fino ad oggi, ha visto tutto quello che si poteva vedere. Ha visto i cani nello spazio, gli uomini sulla luna e i robot a rotelle su marte. Ha visto esplodere New York, Londra e Madrid e non più soltanto Kabul e Baghdad. Ha visto l’ovetto Kinder che trasforma tutti i giorni in una Pasqua infinita. Ha visto il latte in polvere, il vino in tetrapak e le fragole con l’aceto. Tutti volevano morire quest’anno perché dal prossimo non si vedrà più niente di nuovo. Tutto il mondo si ripeterà come la replica di una trasmissione andata già in onda. Il futuro sarà un riassunto delle puntate precedenti. Da domani anche lo sterminio sarà uno spettacolo noioso.”

Un libricino piccino, ma molto piacevole; l’intento di celestini era quella di ricostruire le storia di chi ha vissuto i manicomi, come facevano i geografi del passato che ricostuivano cartine in base ai racconti e alle esperienze di chi in quei luoghi ci era stato come marinaio, come mercante, con il risultato che ne scaturivano cartine magari non del tutto precise, ma piene dello sguardo di chi quei luoghi li aveva attraversati.
Così Celestini racconta storie di chi i manicomi li ha attraversati come paziente, racconti freschi e genuini, teneri e divertenti.
Alcuni brani sono veramente esilaranti, il racconto sulla pecora, la nonna che assaggia le uova e le fa assaggiare a chiunque le capiti a tiro aprendole con l’unghia e a garanzia della freschezza del prodotto offerto dice : “sono così fresche che si sente ancora la puzza del culo della gallina”.
Vederlo rapprensetato credo che sia decisamente più suggestivo.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...