Vietato allo yuppie

“Generazione x”, Douglas Coupland, Mondadori.

Anni 90, Coupland conia la defizione di generazione x per definire i trentenni disillusi, senza un’apparente identità che sembrano non avere più niente da dire.
Andy, Dag e Claire ne sono i rappresentanti , fuggono dall’alienante normalità, accetando lavori malpagati e non adatti alla loro cultura, intanto esoricizzano il loro malessere raccontandosi storie d’amore e di morte con un sapore un po’strampalato.
Una storia non poi così lontana dall’oggi, non c’è più la generazione x, ma ci sono i giovani adulti, e ci sono gli stessi malesseri, le stesse disillusioni, cambiano i contorni dei mc job ma sono sempre stranianti e malpagati e c’è sempre quella smania, quel desiderio di lasciare una traccia nel mondo.
Bellissime le note a margine, i fumetti e gli slogan che accompagnano la narrazione.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...