Voyeurismo in salsa splatter

“Cavie”, Chuck Palahniuk, Mondadori.

Palahniuk fa il verso al desiderio di voyeurismo contemporaneo che permette ai reality di show di spopolare e si inventa la storia del ritiro per scrittori che coagula la storia di personaggi strampalati con nomi pittoreschi che hanno già scritto a chiare lettere il loro destino, san vuotabudella, chef assassino, camerata stizza…solo per il parto di questi nomi merita una stellina.
Le altre stelline vanno perchè Palahniuk scrive bene, deve per forza scrivere bene, per tenerti legato fino alla fine di una storia demenziale.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...