What if…?


“Biancaneve”, Donald Barthelme, Minimum Fax.

Se Biancaneve fosse una donna più consapevole della Biancaneve dei fratelli Grimm. Consapevole del fatto che un principe deve arrivare, convinta che qualche vero uomo possa ancora esistere sulla terra, che non si vuole accontentare della sottile falsità dei film francesi a colori che altro non sono che storie d’amore infelici con colonna sonora di Mozart. La Biancaneve di Barthelme aspetta il principe e intanto vive infelice in una specie di comune con i sette nani, studia letteratura italiana, scrive poesie erotiche e intrattiene una relazione con il suo psicanalista.
E’ favoloso questo libro, i dialoghi sembrano quelli di un film di tarantino, surreali, concettuosi ed esilaranti. Ci sono scene veramente divertenti, protagonisti affetti dal male di vivere affrontanto dialoghi incentrati sul non sense con il cipiglio di un filosofo esistenzialista. Una delle scene più belle è quella in cui i nani si cimentano in una discussione sull’estetica delle tende da doccia.
Io trovo assolutamente geniale Berthelme, da leggere, anche solo per capire dove è cominciata la narrativa post-moderna.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...