Ci sono famiglie Winshaw autoctone che andrebbero azzoppate

“La famiglia Winshaw”, Jonathan Coe, Feltrinelli. La famiglia Winshaw è un consesso di esseri spregevoli, una dinastia che sale sale nelle maglie del potere inglese, c’è il commerciante d’armi, lo gnucco disentindetidore d’arte che tuttavia commercia in arte, la giornalista che poco sa scrivere e che tuttavia con i suoi equivoci articoli influenza l’opinione pubblica,…

Indovina l’assassino con Poirot

“Poirot a Styles Court”, Agatha Christie, Mondadori. Il primo libro che ha scritto Agathe Christie, grande lettrice di libri polizieschi coglie la sfida che le lancia la sorella: “perchè non provi a scrivere un libro”, e partorisce questo ingegnoso libricino che gli editori non si filano poi tanto, per un bel po’ di tempo. E’…

Giochiamo con il puzzle di Sarah Waters

“Ladra”, Sarah Waters, Tea. Un libro puzzle: metti insieme i pezzettini un po’ alla volta. Parte in sordina, sembra una storia come tante nell’Inghilterra vittoriana con in più il colore del sottobosco dei ladruncoli londinesi, poi la storia ti prende. Ti accorgi che non tutto sembra scontato come avevi immaginato nelle prime pagine, tant’è che…

Il nuovo Hornby no però!

“Dopo di lei”, Jonathan Tropper, Garzanti. E’ un libro furbo, nato per farci un filmetto natalizio sulla falsariga di “About a boy” e forse solo per questo si paragona Tropper a Hornby; di Hornby c’è solo il rapporto raggazzetto-papà putativo, punto. Non è uno di quei libri in cui crogiolarsi, lo si legge di un…